Cosenza, Situm risponde a Rosi e da Perugia arriva 1 punto

Al Renato Curi la quarta giornata di Serie B ha visto contro Perugia e Cosenza, in un match da testa a testa.

Solo un punto di differenza tra Perugia e Cosenza alla vigilia della quarta giornata di Serie B. Da una parte gli Umbri alla ricerca di continuità dopo 1 vittoria, 1 sconfitta e 1 pareggio. Dall’altra parte i Lupi che cominciano ufficialmente il campionato contro il Vicenza grazie alla vittoria maturata da un organico più completo e amalgamato, dopo le prime due sconfitte.

Zaffaroni, dunque, conferma gli XI iniziali del primo successo stagionale in casa: in attacco, continuità al tandem Caso-Gori.Due squadre che vogliono molto e si aspettano tanto da questo campionato.

La prima frazione termina a reti bianche con un certo equilibrio in campo da ambo le parti.

Perugia-Cosenza (LaPresse)
Perugia-Cosenza (LaPresse)

Vigorito tra i pali, rispetto alla partita contro il Vicenza, deve intervenire molto spesso per salvare il risultato, come nelle occasioni che hanno visto Carretta e Murano divorarsi il vantaggio. Leggermente meglio il Cosenza sul finire del tempo. I padroni di casa hanno studiato bene la partita, soprattutto Kouan si è fatto trovare sempre pronto su Palmiero, regista importante su cui ruota l’intera squadra rossoblù.

La ripresa dei tempi diventa un vero tallone d’Achille per il Cosenza. Al 51′ Rosi porta in vantaggio il Perugia su colpo di testa da corner con un balzo non indifferente. Vigorito non può far nulla per deviarla. Ma bastano 15 minuti al Cosenza per pareggiarla con un eurogol di Situm che recupera palla sulla trequarti, calcia con un sinistro all’incrocio e fa esplodere la panchina ospite.

I tre fischi sugellano la fine di una partita piena di occasioni ma con un giusto epilogo.

La reazione dei Lupi arriva con la giusta intensità e in modo molto speranzoso per il futuro. Unica nota stonata della trasferta per la squadra di Zaffaroni, è l’espulsione di Palmiero all’84’  dopo una leggera spinta a Burrai. Il calciatore non ci sarà contro il Como nella sfida di martedì e questo rappresenta subito un problema.

Un pareggio che fa bene ad entrambe ma che soddisfa appieno un Cosenza inizialmente in difficoltà da un Perugia che aveva preso il pallino del gioco. Continuità era la parola “magica”, ma ora ci vuole il tris nuovamente in casa, e poi si potrà parlare davvero di rivoluzione.

IL TABELLINO DEL MATCH:

PERUGIA (3-4-1-2) Chichizola – Rosi (79′ Curado), Angella, Sgarbi – Falzerano, Burrai, Segre (46′ Santoro), Lisi (68′ Ferrarini) – Kouan (85′ Murgia) – Carretta, Murano (46′ Ryder Matos). ALL. ALVINI

COSENZA (3-5-2) Vigorito – Tiritiello, Rigione, Vaisanen – Situm, Carraro, Palmiero, Boultam (64′ Vallocchia), Sy (64′ Corsi)- Caso (76′ Millico), Gori (90′ Gerbo). ALL. ZAFFARONI

ARBITRO: Miele di Nola

AMMONIZIONI: 17′ Lisi, 28′ Angella, 36′ Palmiero, 38′ Segre, 44′ Boultam, 87′ Ferrarini, 95′ Santoro

ESPULSIONI: 84′ palmiero

RETI: 51′ Rosi, 67′ Situm

Leave a comment