Cosenza-Perugia: le pagelle del match

Un punto che ci lascia aggrappati a quel gruppone di coda, ma una vittoria sarebbe stata importantissima, quanto meno per staccare il Perugia sul fondo della graduatoria. Ma tant’è.

Ha gli uomini contati in difesa mister Viali che deve rinunciare a Meroni e Martino per infortunio e a Rispoli per uno stato influenzale. Dunque la difesa a quattro vede Venturi a destra con Gozzi a sinistra, al centro torna Vaisanen al fianco di Rigione. Rientra Florenzi che fa accomodare nuovamente Brescianini in panca e va ad affiancare Voca e Calò. Infine la sorpresa di Zilli titolare con Larrivey e D’Urso alle loro spalle. Cosenza che dimostra subito di voler aggredire la partita e ci riesce abbastanza bene, non creando però troppi pericoli alla retroguardia umbra. E, anzi, in un primo tempo molto aspro, è il Perugia che nelle ripartenze è più pungente e sfiora il vantaggio nel finale, prima con Kouan il cui destro a botta sicura incoccia su un abile Marson, e poi con Paz che ciabatta a lato da ottima posizione. Nella ripresa Viali sposta Florenzi sul centrodestra con D’Urso che tende ad allargarsi dal lato opposto. È un Cosenza migliore, aggiustato anche man mano con le sostituzioni, e meriterebbe il vantaggio, che purtroppo non arriva. A metà ripresa è Calò che, al termine di una giocata sublime, calcia con l’esterno destro di pallonetto e solo il palo nega il gol e l’esplosione di gioia del Marulla. Passano pochi minuti e sugli sviluppi di un corner Florenzi semina il panico nell’area avversaria crossa forte e teso di sinistro e Venturi, incredibilmente, riesce a mettere sul fondo con la porta spalancata. Gli uomini di Viali proveranno fino alla fine a conquistare i tre punti ma la gara non si sbloccherà più dal risultato ad occhiali. Appuntamento a giovedì, sempre al Marulla, dove sarà ospite il Brescia.

Marson 7 ATTENTO
Davvero bravo nell’unico tiro del Perugia nello specchio della porta a dire di no a Kouan che calcia a colpo sicuro. Regala certezze!

Venturi 5 NU SCIUADDRU
Gioca in un ruolo non suo. Ma spesso sbaglia passaggi facili, un paio di volte si scorda l’avversario regalando le uniche occasioni degli umbri e alla fine pensa bene di sbagliare il gol partita! Nu sciuaddru!

Vaisanen 6 ROCCIOSO
Duella bene con gli attaccanti avversari e domina sulle palle aeree, anche perché l’arbitro concede il gioco rude che è il suo pane quotidiano.

Rigione 6 ORDINATO
Anche lui non ha particolari grattacapi. Fa partire anche l’azione dal basso.

Gozzi 5,5 SCOLARETTO
Non male la sua prestazione dal punto di vista tattico, esegue i compiti che gli competono e spesso si sovrappone per il cross. Però non sempre il piede esegue quanto ordina il cervello.

Voca 6 COSTANTE
Solito lavoro oscuro, come quando nel finale di primo tempo si gioca un giallo per abbattere un avversario che se ne andava in contropiede. Ritrovato.

Calò 6,5 REGISTA SUBLIME
Tocca tutti i palloni rossoblù, batte tutti i calciati, insomma il classico leader di centrocampo. Anche in fase di interdizione sporca tanti palloni. Nella ripresa solo il palo gli nega quello che sarebbe stato il gol della giornata.

Florenzi 7 INCONTENIBILE
Che giochi mezz’ala, che giochi esterno, che giochi mezza punta è davvero insostituibile in questa squadra. Anche oggi crea superiorità, guadagna cartellini, regala palloni importanti, uno su tutti a Venturi che spreca malamente.

D’Urso 6 A FASI ALTERNE
Quando si accende crea diversi grattacapi ai suoi ex compagni. Però va a fasi alterne e nel finale lascia il campo in occasione dell’assalto finale.

Zilli 5,5 CONFUSO
Arrivano poche palle giocabili in area di rigore ma anche quando viene fuori per provare a determinare non riesce.

Larrivey 5,5 SPENTO
Il discorso delle poche palle giocabili vale anche per lui. Come vale il discorso che avrebbe sicuramente potuto fare meglio.

Viali 6,5 STRATEGA
Dimostra di avere il polso del gruppo e sa capire quando è il caso di regalare la titolarità ad alcuni elementi. Oggi non era facile senza i terzini titolari eppure il suo Cosenza non demerita. Con i cambi nella ripresa va ancora meglio ma non arrivano i tre punti. Però è una squadra viva che ci prova fino alla fine.

Brignola 5,5 NON INCIDE
Rileva Zilli e si prova ad allargare di più la manovra. Qualche buona sventagliata ma niente più.

Butic SV
Brescianini SV
Camigliano SV

A cura di Luca Aiello

Leave a comment